Bella Milano. Scoprire la città di Expo2015 tra arte e curiosità.

Milano è in pieno fermento, sarà lo slancio internazionale dato da Expo 2015 o la voglia di reagire ad anni di sfiducia e grigiore interiore, qualsiasi sia la vera motivazione si respira un’aria di dinamismo. Nella città dove sembra non si parli altro che di design, fashion e food, spunta una bella novità.

DSC_0015

Un piccolo team di ragazze non solo appassionate, ma esperte di arte, archeologia e lifestyle che hanno fatto della loro passione, del loro percorso formativo una vera e propria passione. Nasce così Bella Milano Tours e quest’intervista, alla scoperta di chi è capace di raccontare la città non solo dal punto di vista storico, ma anche e soprattutto con il cuore. Una passeggiata tra le viuzze della trafficata via Torino, per scoprire piccole botteghe storiche, per rimanere incantati da gioielli del saper fare nascosti ai più, chiacchierando con Mirella Maestri e Valeria Andreoli e prendendo spunto, perchè no, per una prossima idea regalo!

Come nasce Bella Milano Tours?

Bella Milano Tours nasce…al bar! A parte gli scherzi (mica tanto…) nasce dall’incontro con Valeria (Andreoli) e dalla consapevolezza di condividere uno stile particolare di lavorare che unisce l’amore per la città di Milano e la voglia di raccontarla in maniera differente, che non prescinda dal rigore storico, ma che la renda viva per chi ci ascolta.

Qual è la vostra filosofia, e qual è la vostra “firma”?

Se ne parla tanto, ma la nostra firma è lo storytelling, il mix che facciamo tra notizie di taglio storico artistico (e archeologico) e di daily life. Vogliamo raccontare Milano come la viviamo noi, come qualcosa di vivido, pulsante, senza fermarci alla pura descrittività. Con noi si passa dal capolavoro rinascimentale al caffè, dalla bottega dell’artigiano all’assaggio di un marron glacé.

Per disegnare un tour per Milano, da quali spunti partite e quali sono le proposte?

Che dire, avere una realtà piccola come Bella Milano Tours è stimolante perchè ci sentiamo molto libere di proporre quello che ci piace, senza pressioni di alcun genere, per cui partiamo da quello che ci piace e che ci emoziona, come uno scorcio particolare, una bottega, una chiesa poco conosciuta. In questo progetto c’è molto di noi, c’è il nostro occhio su Milano, anche se è chiaro che inseriamo anche monumenti di primo piano come il Duomo o il Castello, che poi a ben vedere possono essere visti con occhi differenti e inseriti all’interno di un racconto. Da archeologa mi piace sempre cercare il perchè e l’origine delle cose, quindi non c’è un racconto del Duomo che prescinda dai Navigli e non esiste un Castello senza un ragionamento sulle tecniche costruttive dell’epoca.
I nostri tour sono individuali e pertanto costruiti sulle esigenze del cliente, ovviamente abbiamo delle proposte già pronte come:

Highlights and beyond pensato per chi è a Milano per la prima volta e non vuole perdersi i monumenti iconici della città; Duomo, Scala, Galleria Castello quindi ma con aggiunte di piccoli tesori nascosti, lontani dalla folla.

Vecchia Milano: questo un tour in un’immersione nella vecchia Milano, alla scoperta di tesori architettonici, di saper fare, di botteghe e di persone

Surroundings: per chi abbia tempo e voglia uscire da Milano, abbiamo pensato a gite anche da fare in giornata alla scoperta di altre città e territori e quindi ecco il Monferrato con i suoi vini e le sue colline patrimonio dell’UNESCO, Como e Lugano, e poi altri territori come per esempio le Cinque Terre in cui ci appoggiamo a guide in cui abbiamo trovato la stessa passione, la stessa voglia di comunicare e lo stile di Bella Milano Tour.

Qual è la spinta che vi ha portato a creare “Vecchia Milano”?

Ci sono realtà artigianali eccellenti, spesso nascoste e conosciute solo da pochi, che a nostro avviso rappresentano l’anima della Milano che si rimbocca le maniche e lavora. Sono realta’ che affondano le radici in millenni di storia e che convivono in armonia con la Milano di Leonardo. La bellezza di Milano è anche questo, il rendere naturale un patchwork culturale e artigianale di assoluto primo piano e nasconderlo dietro a una cortina di modesta normalità.

All’interno di questo percorso, a te personalmente, chi o cosa ti emoziona di piu’?

Questa è una domanda facile, da archeologa ti rispondo subito citando il Laboratorio di Cappelli Borghi, l’esempio lampante di una tradizione artigianale e di un saper fare che vanno tutelati, conosciuti, divulgati, perchè rappresentano un patrimonio culturale alla stregua dei dipinti di Leonardo. Vedere una persona che in sè riassume centinaia di anni di esperienza tramandata di generazione in generazione genera un sentimento di assoluto rispetto. Purtroppo l’emozione è anche data dalla consapevolezza di quanto fragile sia la trasmissione e la conservazione di questo saper fare; anche per questo abbiamo inserito le botteghe storiche nel nostro percorso, per far conoscere e riflettere le persone su questo tipo di patrimonio.

Un sogno, un progetto per il futuro per Bella Milano Tours.

Per questo nostro progetto, ci auguriamo di crescere,mantenendo sempre la capacità di saper proporre itinerari particolari per persone curiose e interessate (ed interessanti) che voglionoo avvicinarsi a Milano con uno sguardo differente, pronte a lasciarsi stupire.

E voi siete pronti a lasciarvi incantare da una nuova e sorprendente Milano?

Share & Enjoy,

Barbara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *