Out of the box – a Milano la gelateria fuori dagli schemi

DSC_0002Quando il caldo arriva, rimanere in città è qualcosa di estremamente esasperante. Così mentre i social impazzano di foto di amici, parenti e conoscenti in vacanza, tra spiagge bianche e acque cristalline, a te che rimani rimangono poche cose per dar tregua alla calura estiva e alla voglia di staccare la spina.

Tra queste quando il sole comincia a dar tregua, un’ottima idea è quella di scoprire la città in bicicletta, magari utilizzando il bike sharing, con le mitiche Bikemi. Così partendo dalla postazione dei Giardini di Porta Venezia, si può costeggiare il parco godendosi il chilometro di pista ciclabile sui bastioni e riporla nella postazione di Porta Venezia/ Corso Buenos Aires. Se si vuole sfuggire alla frenesia compulsiva dello shopping, ai marciapiedi straripanti di gente e godersi qualche momento di pace, gusto e piacere basterà voltare l’angolo. Nell’attigua, piccola ed elegante via Malpighi tra una ricercata boutique, un incantevole negozio di fiori, uno storico pastaio, non manca una innovativa gelateria. Non una qualsiasi, ma una fuori dagli schemi, come recita il nome in inglese: Out of the box, appunto.

Un arredamento nei colori del bianco e del blu, tocchi accattivanti di interior design, dettagli grafici contemporanei sono una cornice perfetta ad un prodotto incredibilmente buono, ossia il gelato.

Morbido, cremoso, gustoso, ricercato e straordinariamente buono. Qui il Maestro gelataio Giacomo Schiavon ha un ruolo importante, ovvero quello di creare nuove ricette partendo dalla valorizzazione dell’ingrediente. Diversi i gusti tra i quali scegliere: dai grandi classici fatti con prodotti Igp e da materie prime di eccellente qualità, come il gusto Gianduia, creato con una miscela di nocciole Piemonte, oppure il Pistacchio fatto con pistacchi di Sicilia, si passa a quelli alla frutta. Assolutamente da non perdere Mango prodotto con frutti di qualità Alphonso provenienti dall’india e Fragola composto con 60% di fragole naturali, succo e scorza di arancia.

Il cuore però dei gusti presentati da questa gelateria, sono i Magnifici 6. Sei come i nomi di altrettante 6 persone che li hanno ispirati: Emma, Guglielmo, Ludovico, Karin, Edoardo e Michelangelo.

Curiosi di sapere le composizioni e lasciarvi ingolosire? Vi introduco tre su sei:

Emma: ricotta di pecora fresca di alta qualità, uova fresche e fichi caramellati;

Guglielmo: grue di fave di cacao ricoperte di pasta stracciatella, caffè espresso e mascarpone fresco

Michelangelo: latte, panna, zucchero, crema di mandorle e mandorle pralinate

Diversi i dettagli e coccole di stile che si possono trovare concedendosi una sosta qui. Tanto per cominciare la panna è montata poco alla volta ed è inclusa nel costo del gelato; tutti i gusti vengono fatti solo 3 kg per volta, questo significa che il gelato è freschissimo e non freddo di frigorifero. La differenza si capisce all’assaggio. Mentre aspettate il vostro gelato, l’attesa potrà essere ingannata gustando le diverse mini frolle messe a disposizione per la degustazione dei clienti.

Gelati, moretti e torte gelato possono essere acquistati per essere mangiati a casa sia come dolce o come sostituto di un pasto, per chi pigramente in questa calda estate abbandona l’idea di prepararsi qualcosa, ma non quella del gusto.

Share & enjoy,

Barbara

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *