Slovenia. Benessere e relax nelle Terme Čatež

DSC_0075

Per chi è alla ricerca di destinazioni capaci ancora di stupire e sorprendere,  magari raggiungibili anche in macchina per una fuga dalla città last minute, la Slovenia è una meta assolutamente consigliata e meritevole di essere conosciuta e raccontata.

Cuore verde d’Europa si rivela già, attraverso il paesaggio, nelle diverse nuance di colore già pochi chilometri dopo Gorizia. Un paesaggio che ispira e merita un rallentamento di marcia, in direzione benessere e relax. La Slovenia conta infatti ben 15 centri termali, tanto da essere meta irresistibile per tutti gli appassionati di spa e benessere.

A Catez ob Savi, nel 1925 fu fondato il primo hotel del complesso Terme di Catez, con circa 10.000 m2 di sole acque termali diverse possibilità di soggiorno: hotel, campeggio, appartamenti, castello, villaggio indiano, palafitte, che fanno sì che si annoveri come prima destinazione termale slovena e tra le più grandi d’Europa.

DSC_0032

Il punto di forza di questa struttura sono chiaramente le acque termali, che regalano una temperatura nelle piscine sia interne che esterne tra i 26° e 32°. Attorno al mondo dell’acqua e del benessere, si può costruire la propria vacanza, tra le diverse proposte legate ai numerosi massaggi sia estetici che terapeutici, attività sportive da fare in acqua o in esterno. Il grande parco nel quale sono inserite le terme, invitano in assoluto a prendere una bici e andare alla scoperta del territorio circostante, giungendo così fino al laghetto.

Qui è impossibile non rimanere affascinati e rapiti dal Villaggio dei Pirati, ovvero da 25 casette in legno con tetto in paglia connesse le une alle altre tramite una passerella galleggiante. E si, perchè se si ha la fortuna di trascorrere qui una notte si può apprezzare il vero contatto con la natura, con il gracidare delle rane al calar del sole o il cinguettio degli uccelli che ti svegliano al mattino, dormendo in una struttura di quelle decisamente non convenzionali.

DSC_0034

Per chi invece non sa rinunciare al design, o approfitta di un viaggio per trarre nuove ispirazioni anche dagli arredi l’hotel Terme è la scelta perfetta. Le camere fresche di ristrutturazione, giocano sui toni dei neutri, con un’attenzione allo stile degne di nota: il motivo geometrico delle coperte e della moquette è ripreso anche nel paralume sui comodini, e le grandi finestre assicurano bagni di luce con vista sul verde circostante.

DSC_0014

Per un break tra benessere e un tocco romantico il Castello di Mokrice è la scelta perfetta. Qui all’interno delle mura medievali, si potrà vivere un’esperienza da favola, scegliendo di dormire in una delle diverse camere con arredi d’epoca e cenando nel ristorante che si trova in una delle tre torri del castello. La vista da qui è decisamente suggestiva, sia che ci si affacci sul campo da golf con 18 buche, sia che si guardi verso l’orizzonte punteggiato dai mille paesini sloveni, fino a raggiungere con lo sguardo Zagabria, che da qui dista appena 30 km.

DSC_0094

DSC_0123

Tutti gli ospiti delle diverse strutture possono accedere alla riviera termale sia Invernale che Estiva illimitatamente e prender parte anche alle varie attività di benessere acquatico. Per chi è curioso di scoprire il territorio circostante, tra le idee da mettere in agenda c’è una mostra museo – Castles – dedicata ai castelli più scenografici del mondo, riprodotti perfettamente in scala, e valorizzati da suggestivi effetti di luci e suoni. L’originale idea è opera di un russo che ha unito l’amore per la Slovenia e quella per i castelli in questo suo sogno personale.

DSC_0042

Dai castelli in scala si ritorna a quello reale, giungendo a Brezice, piccola cittadina ad appena 4 km dal complesso termale. Qui in questo piccolo borgo si ammira la torre dell’acqua che svetta verso il cielo, l’imponente castello e l’elegante via centrale punteggiata da diversi caffè e ristoranti. Se si giunge qui per l’ora dell’aperitivo, concedetevene uno locale. Niente birra, niente vino bianco, niente spritz ma una semplice e genuina grappa alla pera williams, solo così sarete dei veri viaggiatori be local.

Per chiudere in bellezza con una cena straordinaria, prenotate un tavolo dallo chef Jure Tomic presso il suo ristorante Osterija Debeluh

Quando la guida Michelin, arriverà a valutare anche la cucina e i talenti sloveni, sono certa che lui entrerà nel firmamento delle stelle. Solo per anticipatori di tendenze!

Share & enjoy,

Barbara

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *