Viaggiare, conoscere e barattare. L’iniziativa Swappailsalento.

 

Come nella vita reale, chi ama andare a caccia di piccole boutique nascoste, di pezzi rari, di chicche che sfuggono ai più, anche nel mondo della rete si anima allo stesso modo. Per me questo mondo è fatto di energie, entusiasmo e dinamicità, basta saperle scovare.

s.pietroepaolo galatina (11)

Non poteva quindi mancare un’intervista alle sorelle Francesca e Silvia Margarito titolari del B&B Angolo di Dante a Nardò,  che dopo alcuni anni di gestione tradizionale della loro struttura ricettiva, hanno deciso di cogliere quegli spunti che il web e la rete condivideva, adattandoli e creando un proprio progetto: swappailsalento.

In un racconto appassionato ecco chi ha deciso di mettersi in gioco, e non di chiedere ospitalità (come il nostro progetto Travel&Swap. Viaggiare con stile barattando) ma addirittura di offrirla. Dopo alcuni casi testati personalmente sull’argomento in giro per il mondo ecco un caso bellissimo non solo italiano, ma tutto salentino!

Il progetto #swappailsalento rientra in quel fermento di idee e voglia di condivisione che si sta affermando anche in Italia. Da cosa nasce questa idea?

 

Da quando abbiamo aperto il B&B Angolo di Dante, ci siamo guardati intorno ed abbiamo visto come si siano diffuse in Europa iniziative di baratto. Senza esperienza ed alle prime armi guardavamo dall’esterno questo “movimento”, ma dopo aver studiato i vari casi di baratto in Italia, aver capito le criticità e i punti di forza della “settimana del baratto”, aver seguito le tue avventure, ci siamo chieste, perché non farlo da noi? Nei primi due anni di attività abbiamo capito quanto sia importante il feedback dei nostri clienti, loro che vedono e “vivono” per la prima volta il nostro b&b, hanno sicuramente una visione diversa dalla nostra, perché noi la conosciamo praticamente da quando siamo nate. #swappailsalento ci è sembrata la soluzione migliore, considerando anche la crisi economica ed i periodi morti.

Quando si parla di baratto, si dividono le reazioni tra scettici e ottimisti. Voi che siete una piccola struttura, che cosa vi aspettate da questa iniziativa?

 

Non ti nego che, anche parlando tra amici, gli scettici sono parecchi. Perché le fregature sono dietro l’angolo, oggi più di prima. Ci sentiamo dire che “abbiamo troppa fiducia negli esseri umani” – quasi più di Mengoni 🙂 – Ci sono anche due tipologie di proposte che ci arrivano, chi crede nella condivisione vera e chi vuole viaggiare quasi gratuitamente. Cerchiamo di salvaguardarci anche da questo punto di vista perché noi abbiamo tre camere, e barattarne una incide non poco, quindi prima di accettare una proposta la valutiamo bene, cerchiamo di capire se il futuro ospite la pensa come noi.

Le aspettative sono quelle di far conoscere la nostra struttura e la nostra filosofia, magari creare una rete qui in Puglia di strutture aperte a questo tipo di ospitalità. Io la lancio lì!

Solo chi viaggia tanto, con gli occhi e con il cuore ne puo’ capire il potenziale sul lungo periodo. Cosa e chi vi ha ispirato al lancio dell’idea?

 

Viaggiare tanto ci ha aperto gli occhi, non lo nego. Soprattutto nei viaggi con lo zaino in spalla abbiamo capito quanto sia importante dare e ricevere fiducia, gli imprevisti sono dietro l’angolo, e non mancano mai in un viaggio. Sono le persone allora a fare la differenza. Poi un giorno in rete mia sorella mi dice che dovevo conoscere per forza una salentina che viaggiava nel mondo barattando, ho iniziato a seguirla on-line, poi ci siamo conosciute off-line e poi ci ha coinvolto con la sua energia. E’ Barbara Perrone, forse la conosci?! 🙂 In Puglia abbiamo un altro esempio che seguiamo sempre, Giuseppe di Pizzicato B&B sul Gargano, anche lui ci ha dato qualche consiglio prima del lancio. Forse non vi ho ancora ringraziato pubblicamente!!! Le lunghe chiacchierate ci hanno dato la forza giusta per iniziare.

Territorio, media tradizionali e nuovi comunicatori, quali sono i primi riscontri?

 

Al lancio del progetto c’è stato molto entusiasmo sia dal territorio sia da chi ci segue on-line. Ho anche notato però non è poi così facile scegliere le proposte e valutarle, decidere insieme quando e cosa swappare. Proprio la settimana scorsa abbiamo ospitato la nostra prima ospite che ha aderito all’iniziativa, Valentina di Occhiovunque. è stata la conferma che siamo sulla strada giusta e che bisogna insistere.

Valentina blogger occhiovunque

Valentina blogger di Occhiovunque

 

 Un sogno che a pensarlo ora potrebbe sembrare una follia?

 

Secondo me un po’ folli bisogna esserlo, in questo momento di crisi economica bisogna inventarsi qualcosa per andare avanti. Sembra tutta filosofia ma non lo è. Noi barattiamo il soggiorno ed in cambio chiediamo qualcosa che possa migliorare il nostro b&b, da una campagna seo, ad un restyling di una parte della struttura, ad un’opera d’arte, ad un articolo sul blog, ad un aggiornamento del sito

Per concludere, lancia una richiesta alla rete in pieno stile di condivisione ed energia positiva, affinché #swappailsalento possa essere sempre piu’ conosciuto.

Noi crediamo che la sinergia e la collaborazione siano alla base della buona riuscita dei progetti. Se credete di avere qualcosa da barattare con noi, inviateci una mail con i dettagli della vostra proposta, ma se non potete partecipare vi chiediamo di far conoscere ai vostri amici la nostra iniziativa, sicuramente qualcuno di loro starà pensando di trascorrere le vacanze nel Salento! Se anche voi non siete scettici ma siete degli ottimisti condividete #swappailsalento sui vostri canali social, ci trovate su Facebook, Twitter e Instagram, oppure parlatene nel vostro blog, in pieno stile #soulsharing!

Ora ancor di più è il caso di dirlo…

… Share & Enjoy,

Barbara

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *